giovedì 26 giugno 2014

No, no me da igual



Proverbio afro-spagnolo

Ogni giorno sul tetto di fronte un gatto rosso si sveglia e sa che dovrà correre più veloce del gatto bianco e nero per non essere infamato e minacciato di 'strascino'.
Ogni giorno sul tetto di fronte un gatto bianco e nero si sveglia e sa che dovrà correre più veloce del gatto nero per non morire di fame e 'ffirruna'.
Ogni giorno sul tetto di fronte un gatto nero si sveglia e sa che dovrà correre normale per 'lazzariare' gli altri gatti.
Perciò non importa che tu sia un gatto rosso o bianco e nero, ma comincia a correre più veloce che puoi perché quello nero 'ti unchia tuttu'!

Intanto che la mafia felina ci tiene svegli la notte, la mia amica araba è passata da:
'protagonista di un amore impossibile'
a:
'coniugata con un vicino di casa vedovo con due figli piccoli che non ama ma imparerà...'
Frattanto, abbiamo finalmente un indirizzo a Miami a cui mandare i nostri 12 pacchi + la nostra amica bionda con Caratozzolo al seguito!
... e, nella trepidante attesa che la mia amica museo passi da:
'incinta'
a:
'incintissima'
qui ci si prepara a un weekend madrilegno da sballo, seguito da sgoccioli con triplo avvitamento di saluti finali e vino tinto per dimenticare :)

P.S. "Si quieres ver a un hombrecillo, hazlo jefecillo": dedicato a quel cesso che sapete voi.

LE FOTO CHE SEGUONO SONO INDIRIZZATE ALLA MIA OSTINATA AMICA DIZIONARIO FACEBOOKLESS, MENTRE PER I NOMI ICONICI HO PRESO SPUNTO DALLA NOMENCLATURA YUCILLIANA.

senza titolo degno
churros y chocolate
senza treccia ma con principe
processione simil-sicilia
olé, guapos!
joder!
muraglia di tortilla


venerdì 13 giugno 2014

Washy Stecchino, Ph.D.

Prima settimana a Valladolid. 7 gg, 7 insalate, 7 arance, 7 dolcini di mandorla, 7 pipì...
Oggi ho fatto una lavatrice e pseudo-pulito (molto molto pseudo); ho anche parlato con un paio di studenti che mi hanno detto che ciò che più li stranisce è: la velocità delle macchine, la presenza di pedoni, l'assenza di attività commerciali "combo" o "all purpose".
Dal canto mio, penso di aver realizzato chiaramente che ciò che mi manca dell'Europa è l'aggregazione massiccia e senza fini di lucro all'aperto -> i gent'a chiazza, va!
DIVAGAZIONE
Ho sognato:
un professoreconlicenzadiuccidereisogni, che faceva la pipí come Johnny Stecchino, alzato, in una stazione di servizio. Alle sue spalle dei cowboys lo chiamavano per nome, e lui: "Buttana, mi ha fregato (sputando)! E io, che l'ho fatta studiare in Indiana...". Il capo cowboy, con la mano alla pistola, a questo punto diceva, chiamandolo per nome: "ti saluta Zimerman". E lui: "Lasciatemi finire...". Dopo qualche secondo, il capo cowboy intimava il professoreconlicenzadiuccidereisogni di voltarsi, e lui: "Lo dicevo io che non mi [somi'javapen:jente]" (il che risulta esrtemamente verosmile data la sua proverbiale bruttezza)!
P.S. Quando vai a Quito, non toccare le banane!

mercoledì 11 giugno 2014

Santiago & San Francesco: ¡primos hermanos!

Qui nella Pucela si sta proprio bene! Valladolid è una gran bella via di mezzo: tra le città mitteleuropee e le città sotto il Duomo di Milano, tra freddo e caldo, umido e secco, tra piccola città e grande paese, ricca ma economica, non c'è il mare ma sulla sponda del fiume hanno portato la sabbia, e oggi, uno dei mie zelanti studenti texani, per questa sua caratteristica "mediana" l'ha paragonata a San Marcos, (rispetto a Austin-Madrid). "Ma mi facc'il piacere"! Con tutto l'affetto che ho per San Marcos e il Texas in generale, ne devi fare di polverosi chilometri laggiù per trovare un centesimo della bellezza che trovi qua: suvvia!
Senza scendere nel dettaglio ciabatta... qua manco a casa se le mettono, se fossi un fotografo di tacchi 12 a Valladolid sarei ricco e trascorrerei il mio tempo libero a intingere churros nella cioccolata, degustare tapas, sorseggiare ribera, ruttare cerveza e digerire seppie.
Ma non sono un reporter, bensì un'assistente italiana, pagata dall'America per lavorare in Spagna e mi sto BENONE :)
Finora i guaglioni si sono comportati bene: all'inizio, quando li ho visti spuntare con la birra (scoperta, senza carta del pane intorno) all'aeroporto stesso ho presagito le peggio cose, ma adesso che li vedo venire al tutoring a flotte mi chiedo: pensano davvero di essere qui per studiare, o sono passati a qualcosa di più forte della birra?
Certo, per loro, piccoli texani smarriti, dev'essere proprio un'esperienzona: bucati stesi fuori ad asciugarsi, lavatrici in ogni casa, panifici, pompe di benzina che non vendono francobolli, pranzi rigorosamente dopo le 2 e cene dopo le 10, bibite piccole e senza ghiaccio, aria condizionata no frost, gente che si toglie il pigiama prima di uscire, cucine, cucine senza micronde, macchine di dimensioni normali, macchine di dimensioni normali a diesel, bidetsss. No, aspetta, quello sarebbe una bella esperienza per me, ma purtroppo nemmeno qua c'è.
Quanto a me, ho fatto una perlustrazione generale per creare uno schedule di massima di tutto ciò che dovremo mangiare-vedere-bere non appena il mio fidanz mi raggiungerà (-3!).
Inoltre, domani ultimiamo il tour guidato della città (mercato incluso), dopodomani vediamo la partita dei mondiali tutti insieme e sabato Salamanca... mentre per Segovia e Madrid Super-Fidanz ci onorerà della sua presenza ^_^
Al momento sono a dieta, strettissima: il piano è quello di usare l'orripilante bagno della casa dove soggiorno il meno possibile. Fin'ora ho fatto giusto una pipì giornaliera a scuola. Una vera stratega!
P.S. Mi manca il Texas, comunque.
P.P.S. Nonostante questa piacevolissima permanenza, non vedo l'ora di tornare in Italia perché importantissimi appuntamenti m'aspettano!!